Crostata di pistacchi

Avete presente Qui, Quo e Qua, i tre nipotini di Paperino? Vi ricordate quando il loro zietto li portava alla fattoria di nonna Papera, dove l’arzilla vecchietta li accoglieva con una crostata sempre appena sfornata (ma come faceva poi la nonnina ad essere sempre così perfettamente sincronizzata? Mah…). Beh, oggi vi presentiamo, come gran finale per il vostro pic nic da 10 e lode, una ricetta dedicata proprio a lei, a quell’arzilla palmipede vecchietta che da sola manda avanti un’intera fattoria e resiste allo scorrere degli anni con grazia, senso dell’umorismo e totale autonomia.

Forse il suo segreto è proprio nelle sue crostate? Chissà, non ci resta che provare… quello che c’è di certo è che, almeno, sono buonissime. Nonna, stavolta la torta te la facciamo noi! Dosi per 6 persone… ehm… paperi (cioè Paperino, Qui, Quo, Qua, più una doppia porzione per Ciccio!).
Preparate la pasta frolla versando sul piano di lavoro 500 grammi di farina, 50 grammi di fecola di patate, un po’ di lievito un polvere e un pizzico di sale. Mescolate gli ingredienti e disponeteli a fontana. Nella fontana rompete due uova intere, aggiungete 250 grammi di zucchero, 300 grammi di burro ammorbidito e amalgamate tutto insieme con una grattata di scorza di limone. Date alla pasta una forma di palla e avvolgetela in un canovaccio, lasciandola riposare in frigo per mezz’ora. Ritirate poi la pasta dal frigo ed usatela per ricoprire il fondo di una tortiera da crostate.

Spargete sulla pasta un sottile velo di marmellata di albicocche, ne basteranno 50 grammi, poi aggiungete un disco di pan di spagna già pronto e uno strato di crema pasticcera, e ricoprite tutta la superficie con un bel po’ di pistacchi tritati.

Intanto avrete già fatto preriscaldare il forno a 180 gradi, dove la torta cuocerà per una mezz’ora. Dopo la cottura, cospargete la superficie con un po’ di zucchero a velo. Per il vostro pic nic vi suggeriamo di preparare con la stessa ricetta delle minitorte, che potrete poi trasportare nel vostro frigo portatile (potete scegliere il vostro qui primariepd2013.it) in appositi piccole tortiere. Sempre che ci arrivino naturalmente… è piuttosto facile che spariscano molto prima!